Wednesday, 14 October 2015

Il benessere inizia... dalla cucina

Quanto si è parlato e quanto si parla tuttora di diete dimagranti portentose che promettono di far perdere tutti i kg in eccesso in pochi giorni: c'è stata la dieta a zona, dukan, del minestrone, del gelato (!)..e chi più ne ha più ne metta. Personalmente sono un pò contraria a tutte le diete in generale, già la parola in sè trasmette tristezza e promette un periodo di privazioni e malumori. Perchè diciamocelo, stare a regime ristretto influisce particolarmente sull'umore, soprattutto per le persone che amano la buona cucina.
E allora come fare per evitare di vivere pernennemente a dieta? Bisogna evitare gli eccessi e privarsi di tutto ciò che ci piace? Rinunciare ai nostri piatti prefiti? No.
Il segreto è questo: mangiare sano.
Facile a dirsi direte voi, e invece è più semplice di quanto si creda.
Il concetto delle parole "mangiare sano" non sta a indicare per forza petto di pollo lesso e insalata scondita ma apre un capitolo sul passato, a quando i nostri nonni portavano sulle tavole solo cibi genuini e fatti in casa.
Io sono fortunata, vivo in campagna e ho accesso a tutti prodotti genuini, ma anche se non avessi questa possibilità andrei in cerca il più possibile di prodotti sani.

Partiamo dalla prima colazione.

Spesso la mattina si è di fretta, si afferra il cartone del latte e magari una brioches confezionata e si va a lavoro. Sbagliato. La colazione è il pasto più importante della giornata, il nostro corpo necessita di combustibile per mettersi in moto e affrontare tutti gli impegni che si prospettano. Meglio una sana fetta di torta o un muffin fatto in casa (anche la sera prima appena rientriamo da lavoro), oppure una fetta di pane con la marmellata (se non riuscite a farla in estate ci sono in commercio ottime marche come la Rigoni di Asiago).
Un bella tazza di thè o caffè oppure una bella spremuta di arancia. 
Vi assicuro che non ci metterete molto a preparare una colazione così: noi di solito mangiamo un dolcetto o del pane con la marmellata, un tazza di caffelatte e un bicchiere di spremuta d'arancia. Tempo totale tra preparazione e consumo della colazione: 10 minuti.
Una menzione particolare al latte: personalmente o lo acquisto nel distributore del latte fresco vicino a casa mia (1€/Lt) oppure compro esclusivamente latte con zone di mungitura: Austria e Alto Adige. Intero per lo più.

Gli spuntini spezza fame

Quando si forma quel fastidioso buco nello stomaco arriva l'ora dello spuntino di metà mattina o pomeriggio.
E cosa c'è di meglio di un bel frutto di stagione? Oppure uno yogurt intero di buona qualità. Io prediligo quelli della Latteria di Merano oppure della Latteria di Vipiteno.Sempre qualità SüdTirol.

I pasti principali

Prima di tutto il pane: rigorosamente fatto in casa alternando vari tipi di farina. Mangiamo pane nero di segale, multicerali oppure bianco normale.  Sentirete che differenza c'è tra il vostro pane e quello comprato, non c'è paragone. Oltre al fatto che anche il vostro portafoglio ne guadagnerà, vi starete cibando di un alimento sano e soprattutto saprete cosa state mangiando, quali ingredienti avete utilizzato.

Frutta e verdure di stagione: un must, sempre. Perchè usare i pomodori in inverno quando non sanno di nulla? Per acquistare basiamoci sempre sulla stagionalità dei prodotti. Se vicino casa avete qualche azienda agricola, frequentatela. I prodotti saranno sicuramente più belli e sani di quelli che trovate al supermercato.
Se non avete questa possibilità, trovate un fruttivendolo di fiducia che saprà consigliarvi sui migliori prodotti in commercio, possibilmente biologici. Costeranno un pò di più ma vale la pensa spendere per avere prodotti genuini.

Carne, pesce, uova  e formaggi. Sono le principali proteine di cui il nostro organismo necessita. Per ciò che concerne il pesce e la carne, io li acquisto nelle piccole botteghe di paese. Tendo ad acquistare tutto fresco e mai congelato. Le uova non le acquisto perchè le nostre galline sono sempre generose. Cercate di acquistare sempre quelle provenienti di agricoltura biologica e allevate a terra. Spesso le aziende agricole che vendono verdura e frutta, vendono anche le uova fresche. Infine, i formaggi cerco di acquistarli presso le latterie sociali di montagna quando ne ho la possibilità (alcune di queste vendono anche online).

Pasta & Riso. Cerco sempre di alternare i tipi di pasta e di riso. Uso pasta integrale, di farro, al kamut e ovviamente quella all'uovo fatta in casa. Per il riso uso quello carnaroli, quello venere e quello thailandese. Nella mia alimentazione ho introdotto anche il cus cus e l'orzo che sono delle buone alternative per sostuire pasta e riso.

Infine, la cosa più importante è quella di cercare di ruotare il più possibile gli alimenti nei pasti settimanali.
Per esempio io cerco di mangiare il pesce almeno due volte la settimana, la carne rossa una sola volta, carni bianche e uova due volte, a volte faccio anche solo pasti vegetariani tipo cus cus di verdure, o un risotto con la zucca o i funghi. Le possibilità per intercambiare gli alimenti sono infinite.

Ovviamente si possono mangiare anche i nostri cibi preferiti come la pizza, qualche stuzzichino fritto, dolci..non bisogna mai privarci di ciò che amiamo. L'importante è introdurre dentro il nostro corpo alimenti sani, di cui conosciamo la provenienza, fatti in casa se possibile. Prediligere la semplicità dei piatti durante la settimana, ma creare piatti spettacolari nel weekend per soddisfare il nostro palato.
D'altronde siamo ciò che mangiamo, giusto?




0 comments:

Post a Comment