Thursday, 17 December 2015

Di Natali passati e linguine all'astice..

Avevo già raccontato che per noi il venerdì sera è speciale, è la fine della settimana lavorativa quando finalmente ci si può rilassare e iniziare a fare programmi per il weekend.
Quindi, una bella cenetta romantica di pesce a lume di candela è quello che ci vuole.
Questa ricetta è un lusso per il palato ed è un'idea perfetta per il cenone della Vigilia di Natale.
Nella mia famiglia, è tradizione da sempre fare una gran festa la sera della Vigilia, è talmente importante che supera persino il pranzo di Natale.
Ho dei ricordi meravigliosi di quando ero piccola: andavamo tutti a casa della nonna paterna che abitava con la sorella e il cognato. Facevamo una gran festa, tutta a base di pesce e immancabile era il baccalà alla vicentina con la polentina morbida.
E poi come per magia, a mezzanotte, comparivano i regali sotto l'albero di Natale.
Il giorno dopo, sempre a casa della nonna, era il turno del brodo coi tortellini rigorosamente fatti a mano (la sfoglia tirata solo col mattarello e non con la macchinetta per la pasta), dell'arrosto con le patate e i funghi, della carne lessa con la giardiniera tritata sopra e del panettone che mettevano a scaldare sul termosifone prima di servirlo.
Un menù semplice, d'altri tempi ma cucinato con amore. A distanza di anni, conservo ancora il sapore di ogni piatto.
Questa ricetta quindi, è dedicata alla mia meravigliosa nonna che ormai non c'è più da un pò di anni.
So che le sarebbe piaciuta moltissimo perchè era allergica ai gamberi e alle schie ( gamberetti di laguna), ma non agli scampi, agli astici o all'aragosta..che strana allergia ai crostacei!!


LINGUINE ALL'ASTICE



Ingredienti per 2 persone:


150 gr di linguine
1 astice freschissimo da 500 gr
1 barattolo da 250 gr di conserva di pomodoro (fatta in casa)
una manciata di pomodorini
2 scalogni
1/2 cipolla
vino bianco
brandy
olio evo
prezzemolo
sale
pepe


Per prima cosa procuratevi dal vostro pescivendolo di fiducia un astice che sia freschissimo.
Quando andrete a cuocerlo deve essere ancora vivo.





Portate l'acqua a bollore in una pentola alta e ampia, tuffateci dentro l'astice che dovrà cuocere per circa 5/6 minuti. Toglietelo dalla pentola e lasciatelo raffreddare quanto basta per non scottarvi troppo le mani quando andrete ad estrarre la polpa.

Estraete la polpa dalla coda e dalle chele aiutandovi con l'apposito attrezzo e mettetela da parte. Non gettate il carapace che servirà per fare il fumetto.

Prendete una pentola e affettate 1/2 cipolla, fatela rosolare con un filo d'olio.Aggiungete il carapace dell'astice e alzate il fuoco: fate insaporire bene il tutto per un paio di minuti. Sfumate con un bicchiere di vino bianco, fate evaporare. Aggiungete tanta acqua quanto basta per coprire i pezzi di carapace e lasciate sobbollire per almeno 1 ora. Come per un brodo normale togliete con una schiumarola le impurità che vengono a galla. Filtrate il tutto con un colino.

Fate soffriggere in un'ampia padella lo scalogno nell'olio senza farlo colorire.
Aggiungete la polpa dell'astice tagliata a pezzettini , fate sfumare con un pò di brandy e lasciate che evapori.
Aggiungete la conserva di pomodoro, i pomodorini tagliati a pezzetti e parte del  fumetto che avete preparato in precedenza.
Fate restringere il sugo.

Cuocete le linguine in acqua bollente salata, aggiungetele al sugo di astice e fatele saltare in padella per amalgamare bene il tutto.

Spolverate con del prezzemolo fresco tritato.

Servite con un ottimo bicchiere di vino bianco, uno Chardonnay per esempio.




















1 comments:

  1. Questa bella signora mi manda all'altromondo ma io la amo e non sai quanto vorrei gustarmela ancora.

    ReplyDelete