Thursday, 14 April 2016

Pappardelle con ragù di agnello

Ieri parlavo di quanto fossero belle e calde le giornate, di quanto fosse meraviglioso stasene in giardino ad oziare al sole...stanotte è arrivato un temporale molto forte: i lampi illuminavano completamente il cielo, la pioggia cadeva incessantemente e il vento si infilava in ogni fessura.
Amo i temporali e la cosa che mi piace di più è infilarmi sotto le coperte ed addormentarmi con il suono della pioggia e il rumore dei tuoni. Avendo poi il tetto di travi in legno, le gocce di pioggia che cadono si sentono benissimo e si crea un'atmosfera davvero magica.
Stamattina, ahimé ancora pioggia, di quella sottile: i campi brillano alla luce di questo grigio mattino..il contrasto dell'erba verde e dei fiori colorati che si stagliano contro il cielo plumbeo è tanto bello quanto malinconico.
Quando ci sono giornate come queste, cerco di passare tutta la giornata in cucina, solitamente impastando.
Oggi è la giornata ideale per fare una torta di mele, la mia preferita in assoluto..dolce ma non troppo,profumata, morbida e ricca di sapori che ricordano l'infanzia.
Il piatto che vi propongo oggi invece, fa parte dei miei comfort food per giornate fredde o uggiose come questa: la pasta con il ragù. Ma non un ragù qualsiasi, uno bianco di agnello.


PAPPARDELLE CON RAGU' DI AGNELLO


Ingredienti per 2 persone:


125 gr di pappardelle artigianali (io ho usato la marca Flaminio)
200 gr di carne di agnello bio
1 carota
1 cipolla
1 spicchio di aglio
1 foglia di alloro
1 rametto di rosmarino
2 foglie di salvia
3 bacche di ginepro
noce moscata
vino bianco
olio evo
sale
pepe


NOTA: Ci sono 2 scuole di pensiero riguardo all'agnello: c'è chi lo mette in marinata per almeno una notte prima di cucinarlo e chi come me, ama il suo gusto selvatico.


1. Procuratevi della carne di agnello di provenienza possibilmente biologica, il mio macellaio di fiducia mi ha dato della carne del cosciotto per fare questo ragù.
2. Mettete la carne su un tagliere e tritatela a coltello, otterrete un ragù più rustico rispetto ad uno passato col tritacarne.
3. In una casseruola, mettete un giro d'olio, uno spicchio di aglio intero per profumare, la carota e la cipolla tagliata a dadini. Fate rosolare bene e aggiungete le erbe: la salvia, il rosmarino e l'alloro. Salate e pepate.
4. Togliete lo spicchio di aglio e aggiungete la carne: alzate il fuoco e fate rosolate molto bene la carne per qualche minuto, incorporate il ginepro e spolverate di noce moscata.
5. Sfumate con il vino bianco e fate asciugare bene il ragù.
6. Abbassate il fuoco al minimo e allungate con due mestoli di acqua calda o di brodo, mettete il coperchio.
7. Fate cuocere a fuoco lento per almeno 1 ora
8. Lessate le pappardelle in  acqua bollente salata nella quale avrete aggiunto un filo d'olio per non far attaccare la pasta all'uovo.
9. Scolate le pappardelle e saltatele in padella con il ragù. Cospargete a piacere col Parmigiano.















 

 






0 comments:

Post a Comment