Thursday, 12 October 2017

World Mental Health Day 2017

E' più di un anno che non scrivo qui.
Ho lasciato da parte il blog un po' per pigrizia , un po' per altre ragioni.
Scrivo questo post in occasione del World Mental Health Day , ossia la giornata mondiale della Salute Mentale che è stata il giorno 10 Ottobre.

Mi rivolgo a voi che leggete, che conoscete bene il blog oppure che passate di qui per caso.
La salute mentale è una cosa di cui facciamo ancora fatica a parlare ai giorni nostri, sembra che sia un tabù, una di quelle cose che sconvolge le persone appena si accenna all'argomento.
Milioni di persone soffrono di problematiche legate alla salute mentale ma non trovano il coraggio di chiedere aiuto, vuoi perché non si rendono conto che il loro problema col tempo peggiorerà, vuoi perché si vergognano e hanno paura di venire umiliati.

Se avete qualche familiare, qualche amico, o qualcuno che conoscete che sia affetto da queste malattie, mi sento di darvi un consiglio, non dite loro le solite frasi fatte del tipo: se reagisci ne verrai fuori, devi trovare la forza di volontà per uscirne da solo, perché così peggiorerete le cose. La persona si sentirà ancora più inadeguata perché non saprà trovare da sola una via d'uscita verso la guarigione e si troverà davanti all'ennesimo fallimento.
Che cosa fare allora? Statele vicino, convincetela ad andare da uno specialista che può realmente aiutarla, siate comprensivi.

E ora malati, mi rivolgo a voi con il cuore.
Si, sono una di voi e soffro di disturbo da ansia generalizzata.
Ho sempre cercato di evitare il problema, di nascondere i miei stati d'animo finché ad un certo punto non ce l'ho più fatta e il mondo per me, è letteralmente esploso.
Che fine ha fatto quella ragazza ottimista e sorridente?
Ho passato momenti davvero duri, non di certo come quelli che alcuni di voi stanno passando.
Ma la mia vita è cambiata. Ho smesso di vivere. La scintilla di vita che brillava dentro di me, si è improvvisamente spenta lasciando spazio ad un vuoto devastante.
Pur circondata dall'affetto dei miei familiari e amici, sono tuttora sicura che non riescano a capire che cosa sto passando veramente: descriverlo a parole è un fatto, provarlo sulla pelle è un altro.

Nonostante le difficoltà, mi sono resa conto che era ora di chiedere aiuto.
Aiuto, prima di affondare come stavo facendo.
E io la forza l'ho trovata davvero, negli occhi preoccupati del mio adorato marito, nelle parole di conforto dei miei genitori.
Mi sto curando, non so quanto tempo ci vorrà, ma sono sicura che quella ragazza spensierata, tornerà un giorno a sorridere col cuore.
Quindi, amici miei, non rinunciate  a sognare, perché la malattia può portarvi via anche la voglia di vivere, ma tenetevi i vostri sogni stretti nel cuore, continuate a vivere perché ogni giorno in cui vivete , è un giorno in più verso la speranza.
E siate folli amici miei, uscite all'aria aperta e respirate, ridete e  gioite della bellezza di ciò che sta intorno a voi perché se è vero che dicono che sarà la bellezza a salvare il mondo, voi dovete farne parte. E io con voi.

Un abbraccio a tutti, con il cuore

Valentina

0 comments:

Post a Comment